Chi siamo

Questo sito è stato creato nel 2018 da Paolo Fortunati (fondatore di The Wandering Angler), classe 1967, grazie alla sua grande passione per la pesca a mosca e soprattutto per i viaggi ad essa dedicati negli anni!

Ecco di seguito un suo “Piscantur Curriculum Vitae” (CV alieutico)!

Paolo Fortunati con una trota Marmorata del fiume Idrijca in Slovenia.

L’idea di questo sito nasce dalla grande passione per la pesca che ho dall’età di 7 anni, grazie alla pazienza di mio padre che l’ha condivisa con me per parecchio tempo! Con il passare degli anni ho praticato un pò tutte le tecniche, sino ad approdare definitivamente nel 1992 alla pesca a mosca, sia in acqua dolce che in mare, rivolta a tutte le prede possibili!

Grazie a questa passione ho conosciuto un sacco di persone, alcune della quali sono diventati poi carissimi amici, come Paolo Bolognini, anconetano pazzo, grande pescatore e da qualche tempo anche valentissimo fotografo naturalista.

Paolo Bolognini

Un altro personaggio diventato grande amico è Alberto Galeazzo, menestrello irriverente della pesca a mosca, veneto doc ed ottimo video maker, con il quale negli ultimi anni abbiamo condiviso moltissime esperienze di pesca sia in Italia che all’estero.

Alberto Galeazzo

Altro grande personaggio del mondo della pesca a mosca italiana con il quale ho stretto un ottimo rapporto di amicizia è Valerio Santagostino, esperto e titolato lanciatore nonchè grandissimo pescatore.

Valerio Santagostino

L’esperienza acquisita negli anni, oltre a farmi conoscere moltissimi altri amici (mi perdoneranno se non li ho citati tutti), mi ha fatto diventare un pescatore a mosca a 360°: pesco indifferentemente a secca, ninfa e streamer, per riuscire a pescare a tutte le ore del giorno, in tutte le stagioni ed in qualunque posto, in base all’attività dei pesci! Pesco con imitazioni di ogni genere di insetti, pesci e crostacei, o con qualunque imitazione (anche di fantasia) che riesca a stimolare l’appetito o l’aggressività delle svariate prede che cerco di insidiare!

Ho pescato un po’ in tutte le acque del nord Italia, anche se principalmente in quelle lombarde di Serio, Brembo, Oglio e Adda, in quelle venete di Brenta e Piave, in quelle emiliane del Trebbia, Aveto e Taro,  in quelle trentine di Chiese, Sarca e Noce, ed in quelle friulane del Fella, Resia e Natisone.

Fiume Piave

Dal 2000 sono socio di una riserva di pesca su uno splendido fiume italiano, dove lo scopo principale è la tutela del fiume stesso e dei salmonidi e timallidi che lo abitano, mentre da pochi anni anche di una riserva di pesca all’estero, la cui gestione ha il medesimo obiettivo di tutela.

Dal 2009 sono titolare di patente nautica vela e motore senza limiti dalla costa, grazie alla quale posso effettuare uscite di pesca in mare a tunnidi, lampughe e qualunque altra specie insidiabile a mosca, in sicurezza e conformemente alle normative.

Capitani in cerca di tunnidi

Dal 2011 faccio parte della Redazione del sito Pipam (http://www.pipam.it/) dove ho scritto, partecipato e procurato ad oggi oltre una ventina di articoli riguardanti uscite di pesca, test di attrezzature e viaggi all’estero da me effettuati. Inoltre, ho partecipato a diverse uscite di scouting in varie destinazioni italiane, con produzione di video ed articoli.

Durante la realizzazione di un video di scouting per Pipam.

Dal 2016 sono socio sostenitore IGFA, International Game Fish Association (https://igfa.org/), per essere sempre al corrente di normative, nuovi record, iniziative a tutela di specie particolari e quant’altro riguardante la pesca nel mondo.

Nel 2016 sono stato protagonista insieme all’amico Alberto Galeazzo di una puntata del canale SKY PESCA 236 (https://www.cacciaepesca.tv/pesca/) sulla pesca a mosca ai tombarelli nel mar Ligure.

Mentre nel Marzo del 2020, sempre per lo stesso canale, sono stato protagonista di una puntata della serie TV “Passione Artificiale” insieme a Matteo De Falco (direttore del Canale), sulla pesca del salmone del Danubio, il mitico Hucho Hucho, girata in Slovenia in occasione della III edizione della Huchen Cup.

Dal 2018 ho iniziato una collaborazione con la rivista bimestrale La Pesca Mosca e Spinning, per la quale ho scritto alcuni articoli:

Ecco il link alla mia pagina come autore della rivista:

http://www.lapescamoscaespinning.it/tutti-gli-autori/autori-mosca/paolo-fortunati

Copertina per il sottoscritto numero 01/2020 ed articolo sulle Maldive all’interno.

La grande passione per la pesca mi ha anche dato molti stimoli per viaggiare, sempre rigorosamente con attrezzatura da mosca al seguito, dandomi modo di conoscere altre persone, culture diverse, assaggiare cibi nuovi e vedere posti incredibili! Ho iniziato a fare i primi viaggi di pesca nella vicina Slovenia (fiumi Soca, Idrijca ed Unica), per poi spingermi in Croazia (fiumi Gacka, Kupa e Krka) fino ad esplorazioni in fiumi sconosciuti Romania, poi in Irlanda (river Moy ed Erriff, lough Corrib e Conn) ed in Norvegia (river Trysil).

Fiume Gacka, Croazia, (fine anni 90).
Fiume Trysil, Norvegia

Nel 1999, traviato da un amico dopo aver programmato (e poi annullato) il mio primo viaggio in Alaska e British Columbia, ho fatto la mia prima grande esperienza oltreoceano nell’isola di Cuba dove, tra i tanti predatori catturati sempre a mosca, sono riuscito a prendere anche un Tarpon di un centinaio di libbre, poi regolarmente rilasciato.

Rilascio del Tarpon di circa 100 libbre, Cayo Paredon, CUBA (Fine anni 90)

Questa esperienza mi ha irrimediabilmente contagiato ed infettato aprendomi la strada, oltre ad essere tornato in terra cubana altre volte, anche ad altri viaggi come quelli nel Caribe venezuelano (Los Roques), nella west coast della Florida (Boca Grande, Sanibel e Captiva islands), nelle Florida Keys (Islamorada, Lower Keys e Key West), nel parco delle Everglades sempre in Florida e nelle flats della Barriera Corallina del Belize, la più grande dell’emisfero boreale;

Bonefish preso in una flat di los Roques, Venezuela
In cerca di Tarpon tra i canali di mangrovie del Parco nazionale delle Everglades in Florida.
A caccia di Permit sulle flats della Grande barriera Corallina del Belize.

In seguito, grazie a The Wandering Angler, ho avuto la possibilità di andare a pescare nella Patagonia Argentina, in Mongolia (dove ho catturato il mio primo Hucho Taimen) ed alle Maldive dove ho provato di persona il brivido di lottare con un Giant Trevally!

Uno splendido esemplare di trucha Arcoiris (Iridea) catturata nel Norte Neuquino (Patagonia Argentina)
Un meraviglioso Salmerino (S. Fontinalis) catturato nella provincia del Chubut, Patagonia Argentina
Un bell’esemplare di Hucho Taimen catturato nel Nord Est della Mongolia
Un magnifico Giant Trevally (Caranx ignobilis) catturato alle Maldive

Mi è sempre piaciuto organizzare viaggi di pesca, preoccupandomi di tutte le sfaccettature, anche le più insignificanti. Tramite questo progetto spero di riuscire a fornire un servizio professionale a chiunque abbia voglia di intraprendere un viaggio verso una delle destinazioni dei suoi desideri!

Tramite foto e filmati, realizzati durante i miei viaggi con l’aiuto di valenti collaboratori, spero di riuscire a trasmettere tutte le meravigliose emozioni che si possono provare ogniqualvolta ci si reca a pescare in una nuova destinazione, sia che si tratti del ruscello sotto casa, che delle remote flats di un arcipelago tropicale!

Pescate il Mondo

Paolo Fortunati